pagina realizzata da: Guerrini Francesca e Folletto Antonina

GLI UCCELLI

Sono ricoperti di penne (fatta eccezione delle zampe, dove ci sono delle squame cornee) ed hanno gli arti anteriori traformati in ali; i loro corpi sono alleggeriti da sacche aerifere e molte delle loro ossa sono cave. L'osso più massiccio è lo sterno sul quale si inseriscono i grossi muscoli alari. Presentano becco corneo e la temperatura del loro corpo è costante. Depongono uova con grosso tuorlo e guscio calcareo e si prendono cura della prole. Presentano un complesso comportamento di accoppiamento e di riproduzione, spesso accompagnato da esibizione della livrea, emissione di canti e richiami particolari. La classe degli uccelli è suddivisa in circa 30 ordini ed ogni ordine è a sua volta diviso in parecchie famiglie. Qui sotto vengono presi in esami alcuni di questi ordini:
Ordine Anseriformes. Sono in genere grandi uccelli semiacquatici con collo lungo; volano spesso in formazione e presentano piedi palmati. Raccolgono materiale vegetale dai fondali tenendo la parte posteriore del corpo emersa. Costruiscono nidi di materiale vegetale. Fanno parte di questo ordine i cigni, oche, anatre, gobbi e smerghi.

Ordine Passeriformes. Appartengono a tale ordine uccelli di dimensioni variabili, e formano sicuramente il gruppo più rappresentativo, sia per specie sia per numero di individui. Tutte le specie hanno piedi prensili con 3 dita rivolti in avanti ed uno rivolto all'indietro; questo adattamento rende loro capaci di una presa più sicura. Buone indicazioni per distinguere le famiglie vengono date dalla forma del becco, dai colori del piumaggio e dalle abitudini. Appartengono a questo ordine le rondini (Hiruninidae); le cornacchie, i corvi, le ghiandaie, (Corviae); le cince (Paridae); i fringuelli (Fringuillidae); le allodole (Alaudidae); i tordi (Turdidae) che comprendono codirossi, pettirossi, usignoli, merli, e tanti altri.
Ordine dei Falconiformes. Questo ordine comprende uccelli rapacei di tagila da piccola a media con ali appuntite, sono superbi volatori volteggiano raramente. Nidificano sul terreno, su dirupi montani o in nidi abbandonati da altri uccelli. Appatengono a questo gruppo i falchi, il gheppio e lo smeriglio.

Ordine Galliformes. I galliformi comprendono starne, quaglie e fagiani. Sono uccelli dal corpo robusto, essi sono buoni corridori e mediocri volatori, infatti essi corrono sulle forti zampe piuttostoche volare.
Ordine Strigiformes. I gufi e le civette sono uccelli da preda notturni dal volo silenzioso. Hanno facce appiattite e grandi occhi rivolti in avanti per la visione notturna. Il capo è in grado di ruotare di 270°. Molte specie nidificano nei buchi; alcune specie sferrano violenti e pericolosi attacchi in difesa dei piccoli.

Ordine Procellariiformes. Sono uccelli oceanici che nidificano sulle coste. Hanno narici tubulari esterne, da cui viene eliminato il sale in eccesso e un becco che termina ad uncino. Si cibano di pesci e plancton.
Ordine Charadriiformes. I gabbiani e gli uccelli di ripa formano questo gruppo consistente che comprende gli alcidi, come il pulcinella di mare e le urie. Molti uccelli di ripa hanno aspetto piuttosto simile con zampe lunghe e sottili, corpi robusti e lunghi becchi per ricercare cibo sul terreno o nell'acqua bassa.

Ordine Podecpediformes. Lo svasso e il tuffetto fanno parte di quest'ordine. Hanno zampe corte, molto arretrate e coda molto breve.Volo rapido, con testa tenuta bassa. Si nutrono di pesci e insetti acquatici.
Ordine Accipitriformes: Qusto ordine è formato da specie tipo avvoltoi, aquile, poiane ecc. comunque uccelli da preda di taglia molto grande. La maggior parte di loro cattura prede vive, sul terreno, nell'acqua o in aria. Tutti hanno becchi adunchi e potenti (con i quali vengono fatte a pezzi le prede)e piedi con affilati artigli robusti. Sono eccellenti volatori e le specie di maggiori dimensioni si osservano spesso volteggiare sfruttando le correnti termiche ascenzionali, senza battere le ali.

Ordine Gaviiformes. Sono uccelli (strolaghe) completamente adattati alla vita acquatica, con zampe robuste, molto arretrate e con piedi palmati. In volo mantengono la testa appena sotto la linea del corpo. In acqua si immergono con tuffi puliti ed eleganti. Nidificano al bordo dell'acqua.
Ordine Pelecaniformes. Sono grandi uccelli acquatici che si nutrono di pesci, catturandoli con le quattro dita interamente racchiuse in un'unica membrana. Per la maggior parte nidificano in grandi colonie e sono silenziosi tranne nel periodo riproduttivo. Fanno parte di questo gruppo le sule, i pellicani e i cormorani.

Ordine Ciconiiformes. Sono trampolieri con zampe, collo e becco lungo. La maggior parte si nutre di piccoli animali catturati nelle acque basse. Nella stagione riproduttiva alcuni presentano caratteristiche penne lunghe. Ali larghe e arrotondate, coda corta. Appartengono a questo gruppo aironi, tarabusi, garzette, cicogna ecc.
Ordine Gruiformes. E' un gruppo molto eterogeneo. Tutti gli uccelli di questo gruppo come le gru, le otarde ecc., comunque vivono in zone umide. La caratteristica comune è qulla di avere lunghe zampe.

Ordine Charadriiformes. Sono uccelli più o meno legati agli ambienti acquatici. Fanno parte le beccacce di mare (di grandi dimensioni), i pivieri (di taglia piccola o media), i gabbiani, le sterne ecc.
Ordine Columbiformes.Uccelli di taglia media, piuttosto pesanti, con ali appuntite e code piuttosto lunghe. Si cibano sul terreno, ed hanno un volo diretto e stabile. Possono bere con il becco immerso in acqua (gli altri uccelli si riempiono il becco e deglutiscono sollevando la testa. I giovani vengono nutriti con un liquido speciale, il latte del piccione, prodotto nel gozzo. Fanno parte di questo gruppo i piccioni, la tortora e la colombella.

Ordine Cuculiformes. Sono uccelli di taglia media, con ali appuntite. Hanno due dita rivolte in avanti e due indietro. Alcune specie sono parassite. I cuculi appartengono a questo gruppo.
Ordine Apodiformes. Sono i rondoni, uccelli simili alle rondini e balestrucci, ma con ali più lunghe e strette, a falce, adatte alla vita aerea. Si nutrono esclusivamente di insetti in volo. Nidificano sotto tegole, su dirupi o in cavità.

Ordine Coraciiformes. E' un gruppo molto eterogeneo di uccelli con colori molto smaglianti. Appartengono a questo ordine il martin pescatore, l'upupa, il gruccione, la ghiandaia di mare.
Ordine Piciformes. Sono uccelli di taglia media o piccola. Si nutrono soprattutto di insetti xilofagi (animali che si alimentano del legno) e delle loro larve, stanate con i loro becchi potenti. Le code rigide sono usate come appoggio durante l'arrampicata sui tronchi. Lingue lunghissime che vengono inserite in gallerie di insetti. La maggior parte delle specie tambureggia sui tronchi o sui rami morti quando stabilisce il territorio primaverile. Hanno un piumaggio colorato e la maggior parte dei maschi hanno del rosso sul capo. Fanno parte di questo ordine i picchi.

   

Ordine Caprimulgiformes. Uccelli insettivori con testa grande e appiattita, becco corto ma con grossa apertura. Grandi occhi rotondi, tenuti praticamente chiusi di giorno. Di giorno riposano a terra o sui rami e sono difficili da vedere. Covata di 2 uova, deposte sul terreno.

Ordine Phoenicopteriformes. Sono uccelli dalle zampe e collo estremamente lunghi, e grosso becco curvo all'ingiù. Nidificano grosse colonie. Appartengono a questo ordine i fenicotteri.
Vuoi conoscere il nome di alcune delle specie di uccelli presenti in Italia di interesse Europeo?

Attento, sono delle specie particolari, infatti esse richiedono per sopravvivere degli habitat particolari, ed alcune sono molto rare. Se le incontri guardale ma non disturbarle!

ma allora quali sono?